L’esistenza è una nozione lecita anche se non rappresentabile?

Di primo acchito l’esistenza sembra davvero qualcosa di non rappresentabile dalla nostra mente nel preciso senso che se cerchiamo di rappresentarla in qualche modo non sappiamo a quali forme e quali dinamiche fare riferimento.

Il problema è di primaria importanza perché la mente non è in grado di gestire logicamente le nozioni che sfuggono alle sue rappresentazioni, in quanto non può relazionarle con altre nozioni e determinare quelle che le confermano e quelle che le contraddicono.

Fortunatamente l’esistenza rientra nell’ambito delle nozioni rappresentabili mentalmente anche se in modo non diretto, come d’altro canto risulta evidente se facciamo riferimento alla sue seguente definizione intuitiva e semplificata:

L’esistenza è ciò che consente a qualcosa di essere riconosciuto come presente dalla nostra mente.

Infatti stando a questa definizione potremo rappresentare l’esistenza attraverso la percezione della conferma che segue una normale operazione di confronto tra oggetti rappresentabili.

In questo senso se abbiamo di fronte a noi un tavolo, potremo rappresentare la sua esistenza nella percezione della conferma che otteniamo quando confrontiamo la nostra nozione di tavolo con ciò che il senso della vista di permetterà di osservare.

Comments are closed.

Post Navigation